Pagina attuale: News vai al contenuto
logo invat

12/06/2019 - ICT news 0619

ICT news

Sommario

Presentato da Apple iOs 13 e ipadOS 13, i nuovi sistemi operativi mobili con importanti novità per ipovedenti e non vedenti.

Un particolare occhiale chiamato smartglass e realizzato da Epson per usi industriali e di realtà aumentata, diventa studio per portare vantaggi alle persone affette da ipovisione

Grande successo per Accessibility Days, la terza edizione della due giorni dedicata all'accessibilita informatica. C'era per noi Michele landolfo.

Presentato da Apple iOs 13 e ipadOS 13, i nuovi sistemi operativi mobili con importanti novità per ipovedenti e non vedenti.

Molte erano le aspettative e i rumors in attesa dell'annuncio della tredicesima versione di iOS, il sistema operativo sviluppato da Apple per i propri dispositivi mobili, ed effettivamente il rilascio delle prime versioni beta ha riservato parecchie piacevoli sorprese, su cose annunciate e attese da tanto tempo, come la cosiddetta DARK MODE, che arriva come una moda del momento, ma rappresenta un importante aiuto per la maggior parte delle persone ipovedenti, importanti novità anche per quanto riguarda VoiceOver, con nuove gestualità che ora possono essere personalizzate e permettono di essere abbinate a specifiche azioni. Migliorata anche la vocalità della nota assistente vocale SIRI che ora offre maggiore interattività con le applicazioni. Abbiamo subito verificato, presso i laboratori INVAT, queste interessanti implementazioni e oggi vi raccontiamo le prime impressioni.

Un particolare occhiale chiamato smartglass e realizzato da Epson per usi industriali e di realtà aumentata, diventa studio per portare vantaggi alle persone affette da ipovisione

Parliamo ora di un interessante startup, tutta italiana, che sfrutta un dispositivo nato originariamente per un uso industriale e di intrattenimento e su cui è stata pensata una soluzione chiamata PPSS che impiega un occhiale stereoscopico in grado di proiettare l’immagine direttamente sugli occhi della persona che li indossa, in alta definizione, con una notevole nitidezza e luminosità ed è in grado di effettuare ingrandimenti. Il PPSS si indossa come un occhiale da vista ed è basato sugli Smart Glass Moverio BT350 con tecnologia Oled, si propone di aiutare la persona Ipovedente a migliorare la propria autonomia in alcune delle attività legate alla vita di tutti I giorni, come la visione di canali televisivi o la lettura di testi scritti. A queste due funzioni base verranno affiancate funzionalità più specifiche per gli ipovedenti come l’addestramento per migliorare l’utilizzo del proprio PRL, la lettura facilitata di testi e libri, siano essi cartacei o elettronici, ripresa della scena frontale tramite la telecamera integrata, con possibilità di effettuare ingrandimenti di particolari, riconoscimento oggetti presenti nella scena tramite evidenziazione dei bordi, individuazione del viso delle persone, e una funzionalità che permetterà di collegare l’occhiale direttamente al proprio dispositivo mobile, telefonino o tablet oppure al pc visualizzando lo schermo direttamente sui vostri occhi.

Grande successo per Accessibility Days, la terza edizione della due giorni dedicata all'accessibilita informatica. C'era per noi Michele landolfo.

Tanti gli argomenti e tante le interessanti sessioni alla terza edizione dell'accessibility days, una due giorni che si è tenuta nella bella cornice del museo Omero di Ancona e che ha visto trattare argomenti a 360 gradi su ricerca e sviluppo software nelle diverse disabilità. Molti i collegamento in videoconferenza come quello con il wordcamp di Bari, per trattare l’accessibilità su uno strumento potentissimo come wordpress; Roberto Scano, in collegamento con l'Agenzia per l'Italia digitale, ha spiegato come cambia la legge Stanca dopo la direttiva europea; Marino Attini, in collegamento da Trieste ha illustrato il progetto LETIsmart nelle sue sfaccettature più tecniche; inoltre esperienze importanti e costruttive come APPS FOR EVERYONE, una sessione curata dall'Unione Ciechi di Napoli e la commissione Nazionale UICI Ausili Tecnologie e accessibilità, un intervento dedicato al tema dell’accessibilità e dell’inclusività nel campo della progettazione e dello sviluppo delle tecnologie digitali e in particolar modo delle Apps per smartphone. Libri per tutti ha interessato anche il tema dell'autismo e molto apprezzata è stata una sessione sullo sviluppo di applicazioni con JAWS.

Sede legale: Via Borgognona, 38 – 00187 – ROMA
Sede operativa: Via Dell’Oro, 5 – 40124 – Bologna
C.F.: 97938000581
| | TEL 051.04.73.256
INVAT – © Copyright 2021 – Tutti i diritti sono riservati