Pagina attuale: News vai al contenuto
logo invat

10/10/2018 - ICT news 1018

ICT news

Sommario

Elettrodomestici comandabili da remoto, Conosciamo Candy Bianca, asciugatrice di ultima generazione comandabile remotamente da smartphone

Domotica, la scienza che si occupa dell'automazione della nostra casa diventa accessibile e utile per le persone con disabilità visiva.

Sunu band: braccialetto vibrante con sonar per intercettare ostacoli

L'accesso ai dati e ai siti Internet da pc e mobile deve essere garantito a tutti, da oltre 15 anni Roberto Scano si impegna per l'aggiornamento delle normative che regolano questa delicata materia.


Elettrodomestici comandabili da remoto, Conosciamo Candy Bianca, asciugatrice di ultima generazione comandabile remotamente da smartphone

L'accessibilità nell'utilizzo degli elettrodomestici sempre più spesso va a cozzare con display touch screen e comandi a sfioramento senza alcuna indicazione ne in braille, ne sonora, ne tanto meno in rilievo, ma oggi si sta aprendo una strada alternativa; la gestione del dispositivo da un terminale mobile, come uno smartphone o un tablet, sfruttando la rete wifi e la connessione ad Internet, in questo modo, attraverso una app dedicata è possibile controllare la maggior parte dei comandi, persino quando siamo fuori casa. Ovviamente deve essere verificato il livello di accessibilità dell'applicazione e il livello di interazione. Siamo andati a trovare Andrea, socio non vedente e possessore di una delle innovative asciugatrici della linea Candy bianca che fa parte di una nuova generazione di elettrodomestici che, attraverso una innovativa tecnologia di interfacciamento chiamata TalkingBianca, sono connessi ad Internet e comandabili remotamente.
 
Domotica, la scienza che si occupa dell'automazione della nostra casa diventa accessibile e utile per le persone con disabilità visiva.

La casa, da sempre il grande rifugio dell'uomo, il posto dove ci rilassiamo e dove sicurezza e confort devono essere al primo posto. Ormai da alcuni decenni è nata una branchia dell'elettronica che si occupa di migliorare il confort e la sicurezza della nostra casa, una vera e propria scienza chiamata domotica, e da qualche anno si stanno implementando tecnologie ormai mature per dare un concreto aiuto alle persone con disabilità. Non esistono ancora veri e propri standard ma si sta arrivando ad una convergenza di linguaggio tra sistemi di diversi produttori con l'applicazione di interfacce, come quella vocale, che permettono una fruizione fortemente semplificata da parte di tutti. In questo scenario sono nate aziende che si dedicano alla progettazione di ambienti domestici e di lavoro domotizzati, facendo dialogare dispositivi di diversi produttori per dare all'utente piattaforme di utilizzo unificate. Alcune di queste aziende si stanno specializzando nel rendere la domotica accessibile alle persone con disabilità visiva.

Sunu band: braccialetto vibrante con sonar per intercettare ostacoli

Sunu band è il primo dispositivo indossabile per la mobilità dedicato ad utenti disabili visivi. Sunu band combina un sonar e un sistema di vibrazione, ad alta sensibilità, per captare oggetti ed ostacoli fino a 5 metri di distanza. Sunu band aumenta la sensibilità dell’utilizzatore al riconoscimento dell’ambiente circostante diminuendo il rischio di incidenti e incrementa la possibilità di muoversi liberamente. Si tratta di un braccialetto elettronico a vibrazione con un sonar integrato che recepisce l’eco dell’onda sonora che ritorna all’origine, dopo essere stata riflessa da un’oggetto. In questo caso l'onda sonora viene emessa in direzione di dove avete puntato il sonar collocato sul vostro dispositivo, e solo in quella zona verranno captati gli ostacoli.

L'accesso ai dati e ai siti Internet da pc e mobile deve essere garantito a tutti, da oltre 15 anni Roberto Scano si impegna per l'aggiornamento delle normative che regolano questa delicata materia.

Sempre più complessi ed elaborati sono i contenuti e le strutture dei siti Internet creando sempre maggiore complessità nella navigazione. Tutto questo rende la navigazione sempre più inaccessibile a coloro che utilizzano screen reader e in generale alla maggior parte delle persone disabili. Una serie di recepimenti permettono ai governi e alla comunità europea di emanare apposite leggi che di fatto obbligano gli enti pubblici, e in parte anche gli altri soggetti, a rendere accessibili a tutti le informazioni, siano esse informatizzate o in altra forma. In questi mesi si sta lavorando per migliorare ulteriormente queste normative rendendole più aggiornate e più restrittive, Roberto Scano si occupa proprio della redazione di queste norme, lo abbiamo incontrato per sapere quali saranno le più significative implementazioni.

Sede legale: Via Borgognona, 38 – 00187 – ROMA
Sede operativa: Via Dell’Oro, 5 – 40124 – Bologna
C.F.: 97938000581
| | TEL 051.04.73.256
INVAT – © Copyright 2021 – Tutti i diritti sono riservati