Pagina attuale: News vai al contenuto
logo invat

09/05/2018 - ICT news 0518

ICT news

Sommario

La stampa 3d per realizzare prototipi: un piccolo laboratorio di elettronica sviluppa prototipi stampati in tecnologia 3d a favore dei disabili visivi.

Presentato ad Horus, il salone dedicato a riabilitazione, ortopedia e disabilità, il "kit ti guido" è stata una delle novità proposte per la disabilità visiva.

Ford Italia presenta FEEL THE WIEV, il primo device che permette ai non vedenti di visualizzare il paesaggio toccando il finestrino dell'auto.

L'INVAT, il nuovo istituto per la valutazione di ausili e tecnologie ha indetto un concorso di idee per la realizzazione del propri loghi. In pallio un premio di 1000 euro.

FEELING ART, è il nome del workshop che si terrà a Maanstrict sulla rappresentazione in 3d delle opere d'arte.


La stampa 3d per realizzare prototipi: un piccolo laboratorio di elettronica sviluppa prototipi stampati in tecnologia 3d a favore dei disabili visivi.

Molte sono le forme di impegno della società a favore della disabilità visiva, quella scelta da Roberto Gozzani si dimostra originale e nello stesso tempo importante per portare la tecnologia a favore dei non vedenti. Appassionato di elettronica ed inventore, nel suo piccolo laboratorio, con semplici strumenti e una stampante 3d con la quale realizza i prototipi, Roberto ha sviluppato alcuni ausili che possono essere di grande utilità per i disabili visivi come ad esempio un contagocce elettronico e un accordatore, inoltre, potendo in pochi minuti modificarne l'ergonomia, questi prototipi acquistano caratteristiche sempre più performanti grazie ad una squadra di amici non vedenti ed ipovedenti che possono provarli sul campo. Nulla di industriale, ma piccole idee sviluppate in casa e facilmente realizzabili artigianalmente per piccole quantità. Attento all'evoluzione della componentistica elettronica e delle opportunità da essa offerte, Roberto sta pensando ad altri accessori che permettano di trovare soluzioni importanti come ad esempio la lettura dei display degli elettrodomestici.

Presentato ad Horus, il salone dedicato a riabilitazione, ortopedia e disabilità, il "kit ti guido" è stata una delle novità proposte per la disabilità visiva.

Si è tenuto recentemente a Bologna HORUS, il salone dedicato alla riabilitazione, ortopedia e disabilità durante il quale è stata presentata, tra gli altri, una soluzione chiamata "kit ti parlo" un kit multifunzionale per l'autonomia dei non vedenti che sfrutta le grandi potenzialità del software winguido vestendolo delle tecnologie più appropriate per ottimizzarne l'utilizzo, alla stregua di un elettrodomestico, il tutto attraverso comandi vocali. Con TI GUIDO sarà possibile scrivere e leggere documenti, gestire la posta, navigare in Internet, leggere quotidiani, periodici, riviste e libri, chattare, gestire skype, ascoltare musica e molto altro, tutto con la voce. Importante caratteristica di questo sistema è quella di fornire una serie di servizi in rete come il dizionario, gli orari ferroviari, il meteo, wikipedia, youtube e radio. Una sofisticata sintesi vocale Nuance vocalizer completa il sistema.

Ford Italia presenta FEEL THE WIEV, il primo device che permette ai non vedenti di visualizzare il paesaggio toccando il finestrino dell'auto.

Feel The View è una tecnologia sviluppata per Ford da GTB Roma (l'agenzia che segue le attività di comunicazione dell'Ovale Blu in Italia) e Aedo, una startup italiana specializzata nella creazione di dispositivi di comunicazione per disabili visivi, con la collaborazione di Views International e Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Con questo dispositivo Ford porta dentro l'auto un ausilio in grado di far "sentire" ai non vedenti quello che un normo vedente vedrebbe dal finestrino.
Ecco come funziona: una fotocamera scatta una istantanea dal finestrino, la converte in scala di grigi e la passa al sistema Aedo che la trasforma in una "scala  di sensazioni tattili". Sulla superficie del finestrino, infatti, viene applicata una speciale pellicola che converte i pixel dell'immagine in vibrazioni. Il non vedente passa il dito su questa superficie e riceve una sensazione più o meno intensa, in base all'intensità del grigio dell'immagine acquisita dalla telecamera. In più, un dispositivo audio connesso a internet aiuta il disabile a contestualizzare l'immagine descrivendo per sommi capi ciò che è stato fotografato. Il non vedente, in questo modo, "legge" il finestrino con la punta delle dita. Si tratta di una soluzione innovativa che oggi nasce per essere utilizzata all'interno di un’automobile, ma che in un prossimo futuro potrebbe essere implementata presso le realtà scolastiche o negli istituti di formazione per non vedenti, come strumento polifunzionale.

L'INVAT, il nuovo istituto per la valutazione di ausili e tecnologie ha indetto un concorso di idee per la realizzazione del propri loghi. In pallio un premio di 1000 euro.

L'INVAT, il nuovo istituto per la valutazione degli ausili e delle tecnologie ha indetto un concorso di idee per la realizzazione del proprio marchio/logotipo e inoltre del bollino di qualità che in futuro sarà assegnato a quei prodotti che rispetteranno determinati requisiti di accessibilità e fruibilità. Il bando è aperto a tutti i cittadini dell'Unione europea con particolare riguardo al mondo della grafica e dell'illustrazione pubblicitaria, a professionisti singoli e/o associati, aziende, soggetti privi di partita IVA, scuole secondarie di secondo grado, università ecc. ed è pubblicato sul sito dell'INVAT, www.invat.info e sul sito dell'Unione ciechi ed ipovedenti www.uiciechi.it, inoltre, per ulteriori chiarimenti, è possibile contattare la segreteria dell'INVAT all'indirizzo info@invat.info. La scadenza per la consegna delle proposte progettuali dovrà avvenire entro le ore 12 di giovedì 28 giugno. L'autore del logo che sarà dichiarato vincitore, riceverà un premio in denaro del valore di 1000 euro. Non lasciatevi perdere questa prestigiosa opportunità e...buona fortuna.

FEELING ART, è il nome del workshop che si terrà a Maanstrict sulla rappresentazione in 3d delle opere d'arte.

La stampa 3D oggi permette a persone non vedenti l’esperienza di percepire le immagini fotografiche attraverso il tocco.
Alcune istituzioni hanno intrapreso progetti per migliorare questa forma di lettura garantendo così ai non vedenti pari opportunità di sperimentare l'arte visiva e di rafforzare i propri diritti umani per partecipare alla vita culturale della comunità e godere dell’arte.
Tuttavia le riproduzioni 3D potrebbero violare il copyright.
Molti sistemi di copyright includono alcune eccezioni alla violazione che facilitano l'accesso alle opere protette da copyright per persone non vedenti, ma le leggi tendono a focalizzarsi sull'accesso alle opere letterarie.
L’applicazione delle eccezioni per persone con disabilità per le opere d’arte è incerta. La mancanza, l'inadeguatezza o l'incertezza delle eccezioni alla violazione del copyright possono ostacolare i progetti di arte sensoriale e ridurre l'inclusività e l'equità nell'impegno culturale alle persone con disabilità visiva.
Feeling Art, questo il titolo del workshop che si terrà a Maanstrict il 25 e 26 giugno, che si pone l'obiettivo di mappare le eccezioni alla disabilità in tutto il mondo e a raggiungere una comprensione dello status quo dal punto di vista della legge sul copyright, della disabilità e della legge sull'arte, considerando tutti gli interessi in questione (artisti, persone con disabilità visiva, musei) . Feelin Art si propone di creare una rete per definire i progetti di linee guida per le future raccomandazioni politiche sull'armonizzazione internazionale.

Sede legale: Via Borgognona, 38 – 00187 – ROMA
Sede operativa: Via Dell’Oro, 5 – 40124 – Bologna
C.F.: 97938000581
| | TEL 051.04.73.256
INVAT – © Copyright 2021 – Tutti i diritti sono riservati