Pagina attuale: News vai al contenuto
logo invat

12/02/2020 - ITC news 0220

ICT news

Sommario

Continua il complesso lavoro di INVAT nell’analizzare le criticità nell’accessibilità dei siti, ne parliamo con Roberto Scano

Accessibilità nell’accesso ai POS, facciamo squadra e segnaliamo ad INVAT quando un POS non risulta correttamente accessibile o privo dell’assistente vocale.

VEyes presenta Tourist Eyes, consente ad un turista non vedente di interrogare il proprio smartphone per conoscere i punti di interesse, ne parliamo con l’ideatore Massimiliano Salfi.

Finalmente in italiano uno dei più apprezzati navigatori per ciechi: NearBy Explorer Online.

Continua il complesso lavoro di INVAT nell’analizzare le criticità nell’accessibilità dei siti, ne parliamo con Roberto Scano

Come sappiamo negli obiettivi principali di INVAT troviamo il monitoraggio dei siti Internet, che avviene, secondo una precisa programmazione, utilizzando sofisticati strumenti software che svolgono una attenta analisi di tutte le pagine e di tutti i contenuti dei principali siti, a questo si affianca il lavoro di un gruppo di esperti che si prendono carico singolarmente di scandagliare attentamente ogni singola pagina e ogni singolo link, sappiamo però che questo lavoro di attenta analisi viene a volte vanificato dalla continua metamorfosi dei siti stessi e dei documenti ad essi collegati e questo, sebbene possa rappresentare un segnale di rinnovamento dell’immagine aziendale, spesso crea delle situazioni in cui viene favorito il valore estetico, di animazione e multimediale, tralasciando la cura nel taggare, ossia etichettare correttamente i pulsanti, le immagini ed i contenuti, creando una barriera ai non vedenti, i quali non ricevono una corretta informazione nell’utilizzo degli screen reader. In questa battaglia è da anni impegnato Roberto Scano, esperto normativo sull’accessibilità di fama internazionale e il principale consulente di INVAT che oggi ci spiegherà le criticità e lo stato dell’arte in questa combattuta problematica.

Accessibilità nell’accesso ai POS, facciamo squadra e segnaliamo ad INVAT quando un POS non risulta correttamente accessibile o privo dell’assistente vocale.

Abbiamo appena trattato il tema dell’accessibilità dei siti Internet per le persone non vedenti ed ipovedenti, situazioni che oggi possono rappresentare un serio problema essendo buona parte della nostra vita quotidiana, in un certo qual modo, collegata al web, ne è chiaro esempio la gestione dell’home banking, che ha portato indiscussi vantaggi alle persone con deficit visivo, sia nella privacy personale che logistica. A questo proposito molto è stato fatto negli anni per rendere accessibili ai non vedenti gli sportelli automatici Bancomat e anche in questo Roberto Scano ha combattuto non poco per poter far si che vengano legiferate precise direttive che non sempre però vengono rispettate dagli istituti bancari. Oggi INVAT ha tessuto una serie di canali con gli istituti ma principalmente con l’ABI, per monitorare, segnalare e far fronte a quelle situazioni in cui non venga dato il diritto di prelevare o svolgere operazioni ai non vedenti presso gli sportelli automatici. Vediamo oggi come poter attivare la sintesi vocale e svolgere operazioni in autonomia ma sopratutto come far rete e poter segnalare prontamente i disservizi.

VEyes presenta Tourist Eyes, consente ad un turista non vedente di interrogare il proprio smartphone per conoscere i punti di interesse, ne parliamo con l’ideatore Massimiliano Salfi.

Veyes (virtual eyes) è una onlus che nasce nel 2012 per merito dell’ing. Massimiliano Salfi, quando a sua figlia venne diagnosticata una retinite pigmentosa. In vEyes si progettano ausili tecnologici open e si realizzano strumenti di diagnostica clinica, inoltre vengono studiate, dal punto di vista genetico e clinico, le malattie rare della vista, il tutto in modalità non profit. Tourist Eyes, progetto rientrato, assieme a LETIsmart, fra i due vincitori del contest MakeToCare 2019, consente ad un turista non vedente di interrogare, attraverso comandi vocali, il proprio smartphone su quali siano i “punti di interesse”, tanto in luoghi esterni, quanto al chiuso, una volta ottenuto un elenco, si potrà chiedere di essere guidati vocalmente nei punti di destinazione. A raccontarci questa innovativa soluzione, basata sulla tecnologia 5G, sarà il suo ideatore.

Finalmente in italiano uno dei più apprezzati navigatori per ciechi: NearBy Explorer Online.

Sede legale: Via Borgognona, 38 – 00187 – ROMA
Sede operativa: Via Dell’Oro, 5 – 40124 – Bologna
C.F.: 97938000581
| | TEL 051.04.73.256
INVAT – © Copyright 2020 – Tutti i diritti sono riservati