Pagina attuale: News vai al contenuto
logo invat

12/03/2021 - ICT news 03/21

ICT news

Sommario

INVAT si riorganizza per dare un servizio sempre più diretto ed efficente ai soci e alle aziende che collaborano con noi

Si chiama CLUBHOUSE ed è un nuovo modo di fare social che piace ai giovani e crea nuove opportunità di incontro e di accrescimento nella condivisione delle conoscenze e nel dibattito

Interessanti novità in arrivo con la nuova versione di Android ma sopratutto tante novità nel nuovo Talkback che troviamo per primo nel Samsung S21

Si è svolto la scorsa settimana il secondo incontro dell’accessibility team di Microsoft sull’accessibilità visiva in videoconferenza con Redmond dove l’Italia era rappresentata dallUICI.


INVAT si riorganizza per dare un servizio sempre più diretto ed efficente ai soci e alle aziende che collaborano con noi

Oggi il coinvolgimento della tecnologia, nelle tante sfaccettature dei temi trattati nella nostra Unione, nella vita quotidiana, negli ausili e nelle situazioni in cui ci siamo trovati nella pandemia del Covid19, ci ha fatto riflettere nel cercare di rendere semplici e ordinati tutti quei temi e tutte le osservazioni che i soci, le sezioni o i collaboratori vogliono segnalare. Per questo motivo INVAT oggi diventa il fulcro dove verranno trattati tutti questi temi grazie ad una squadra di dirogenti, soci e collaboratori che hanno grande esperienza e un grande entusiasmo nel trattare e condividere questi temi che spesso convergono tra loro nelle problematiche principalmente legate all’accessibilità e al miglioramento della propria autonomia, nello studio, nel lavoro, nell’intrattenimento e nel vivere quotidiano. Vi anticiperemo oggi le nuove linee guida per avere un canale di comunicazione facile e diretto e dar modo di gestire e tracciare le vostre segnalazioni con un sistema cosidetto a “ticket” che assegnerà ad ogni vostra segnalazione una numerazione progressiva ed univoca permettendo ai nostri tecnici di seguire lo stato della segnalazione e di chiuderla quando questa sarà risolta. Per creare questa struttura è stata ridisegnata la composizione dei gruppi di lavoro che sono stati ricostituiti all’interno di INVAT in due gruppi tecnici, complementari tra loro, ma rivolti maggiormente il primo sulle tematiche hardware ed il secondo du quelle software. Per attivare i ticket basterà accedere all’home page del sito www.invat.info da dove scegliere la voce “segnala una criticità”, si accede ad un form che vi guiderà, campo per campo, nell’inserimento delle informazioni utili per gestirlo. Chi invece avesse la necessità di dare un suggerimento o una semplice comunicazione, basterà che selezioni, sempre dall’home page, “comunica con noi”.
 

Si chiama CLUBHOUSE ed è un nuovo modo di fare social che piace ai giovani e crea nuove opportunità di incontro e di accrescimento nella condivisione delle conoscenze e nel dibattito

In questo ultimo anno la comunicazione online tra più persone ha assunto una presenza costante nella gestione del lavoro, dello studio e dei rapporti interpersonali, nasce, in questo contesto, una piattaforma social che facilita la creazione di momenti di incontro tra persone e in pochi mesi, partendo dall’idea di due ingegneri informatici della Silicon Valley, si diffonde in tutto il mondo e diventa un nuovo mezzo di comunicazione per milioni di persone. Si chiama Clubhouse e si basa solo sull’interazione vocale dandoci modo di essere immediatamente protagonisti. La profilazione tiene conto dei nostri principali interessi che possiamo indicare in una svariata scelta di temi. Oggi Clubhouse è disponibile solo su piattaforma IOs ma presto anche su Android. Cerchiamo oggi di conoscerne pregi e difetti.


Interessanti novità in arrivo con la nuova versione di Android ma sopratutto tante novità nel nuovo Talkback che troviamo per primo nel Samsung S21

Il Samsung Galaxi S21 è stato il primo smartphone a poter sfruttare il nuovo Talk Back, screen reader di Google incluso nei dispositivi Android.
L'aggiornamento della suite di accessibilità di Google introduce gesti più intuitivi, un menu unificato, nuovi controlli di lettura e menu e gesti personalizzabili ". Attualmente il nuovo Talk Back è disponibile solo sugli ultimi modelli top di gamma Samsung, ma nei prossimi mesi, Google, renderà disponibie il talk back rinnovato, su ulteriori terminali. Ne parliamo oggi con Michele Landolfo, tester INVAT per questi prodotti.
 

Si è svolto la scorsa settimana il secondo incontro dell’accessibility team di Microsoft sull’accessibilità visiva in videoconferenza con Redmond dove l’Italia era rappresentata dallUICI.

Giovedì 25 febbraio si è svolto il secondo summit, organizzato dal team Microsoft Accessibility, dedicato alle implementazioni in sviluppo relativamente alla disabilità visiva, il secondo di una nuova serie di incontri che vede collegati su piattaforma Microsoft Team una quarantina di associazioni da tutto il mondo tra cui l’UICI in rappresentanza per l’Italia, per la quale stanno seguendo i lavoro Marino Attini e Salvatore Romano col prezioso contributo dell’ufficio relazioni internazionali. Durante l’incontro precedente, svoltosi a novembre scorso, era stata fatta una carrellata completa su quei prodotti dove Microsoft si sta prodigando sia nella gestione dell’interfaccia e dell’ingrandimento per quanto concerne l’ipovisione, sia nella gestione degli screen reader per i non vedenti, a questo si aggiungono due applicazioni per smartphone, specificatamente studiate per agevolare le attività quotidiane e l’autonomia. Questa volta l’incontro era volto ad aggiornarci su cosa stanno implementando. In sintesi si sta lavorando molto sull’intelligenza artificiale sfruttando le potenzialità offerte dall’ultima generazione di videocamere montate sui più sofisticati smartphone o tablet ossia sensori che integrano una tecnologia denominata LIDAR, che sta per light & radar, grazie a questi sensori, che sfruttano un raggio luminoso per determinare la distanza degli oggetti, è possibile creare una sorta di mappa tridimensionale degli oggetti stessi consentendo di creare un database di immagini con informazioni e profilazioni molto precise che a sua volta danno origine ad un database descrittivo accurato e completo oltre a poterci dare un’informazione sulla distanza degli oggetti stessi, questa tecnologia è molto promettente e la troveremo applicata a seeing AI, app per ambienti Android ed IOs che da alcuni mesi è disponibile gratuitamente anche in lingua italiana. Sempre nel settore delle app, un’altra interessante soluzione si chiama SoundScape e questa volta la novità sta nell’utilizzo di auricolari e algoritmi audio che mi permettono di sentire la spazialità del suono sfruttando tecniche che oggi si stanno affermando nel mercato cinematografico e del gameing per rendere sempre più coinvolgenti le scene. Nel nostro caso vengono utilizzati del Beacon audio che emettono dei suoni e danno delle informazioni offrendo la reale sensazione del punto di provenienza. Abbiamo ripetuto al relatore la stessa domanda fatta a novembre e cioè se sia stata già tradotta in italiano o almeno scaricabile dagli store italiani e la risposta è stata la stessa, ossia che ci stanno lavorando ma che per ora non è disponibile in italiano e tantomeno scaricabile, noi siamo fiduciosi. Altri aggiornamenti di minore interesse hanno riguardato gli ambienti office 365, in particolare sulla accuratezza nelle descrizioni delle slide powerpoint, e in funzionalità potenziate sui browser edge e Chrome di Google. Infine sono state implementate le descrizioni dei contenuti dei file sull’interfaccia del cloud di Microsoft Onedrive e migliorata l’integrazione di screen reader di terze parti in windows 10.

Sede legale: Via Borgognona, 38 – 00187 – ROMA
Sede operativa: Via Dell’Oro, 5 – 40124 – Bologna
C.F.: 97938000581
| | TEL 051.04.73.256
INVAT – © Copyright 2021 – Tutti i diritti sono riservati